Vincitore del premio diritti umani 2018-2019:

Sheik Abdo: attivista per i diritti delle vittime civili siriane in Libano 

Luogo: regione dell’Akkar, Nord del Libano

Abd Elrahim Hysan, più conosciuto come Sheik Abdo, è un rifugiato siriano nel Nord del Libano che si è distinto per il suo operato nell’ambito del diritto all’educazione e per essersi fatto portavoce della sua comunità promuovendo una proposta di pace.

Dal 2011 in Libano sono giunti più di un milione e mezzo di profughi siriani, in fuga dalla guerra, la metà dei quali sono bambini e adolescenti. Il Libano è il Paese che in rapporto alla sua popolazione ospita il maggior numero di rifugiati al mondo. La mancata firma e ratifica, da parte del governo, della Convenzione di Ginevra non garantisce lo status di rifugiati ai siriani, che a causa di ciò non godono della cosiddetta human security, ossia della garanzia dei diritti fondamentali per un adeguato standard di vita. Il governo libanese sin dall’inizio della crisi ha impedito la formazione di campi riconosciuti e gestiti dalle autorità. La maggior parte dei rifugiati siriani vive in accampamenti costituiti da tende, costruite da loro stessi con materiali di fortuna, inadatte alle intemperie dell’inverno.

Sheik Abdo in Siria lavorava come maestro elementare e svolgeva attività di mediatore culturale all’interno della sua comunità multietnica. Lascia la Siria nel 2011 per cercare rifugio nel vicino Libano. Si adopera subito per aiutare i suoi connazionali a costruire un accampamento su un terreno affittato. Nel 2013, con l’aiuto di ONG locali, Sheik Abdo apre il Malaak Center, un centro educativo che garantisce istruzione a quasi 500 bambini siriani il diritto ad un’istruzione di qualità. Nel 2015 Sheik Abdo diventa il portavoce della Proposta di Pace dei Siriani.

Alcune foto del viaggio di conoscenza del team di OD in Libano, agosto 2017:

Libano 2018-2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *